Alla scoperta della Colmen - Un naturale terrazzo della Bassa Valle
Istituto Damiani Morbegno

Plesso

Scuola primaria di Campovico


Anno scolastico

2008 / 2008


Soggetti coinvolti

Scuola, Comunità, famiglie, esperti, volontari e amici appassionati di montagna; Comune di Morbegno, Provincia di Sondrio, la Scuola prioritaria "Preziosissimo sangue" di Monza, La Famiglia Valtellinese di Roma; il Coro Alpi Retiche, le Parrocchie di Campovico, Desco-Paniga


Destinatari

- scuola primaria


Discipline

- matematica e scienza
- tecnologia e informatica
- storia e antropologia
- arte e immagine


Luogo oggetto di ricerca

Morbegno


Descrizione e fasi di lavoro

Il progetto ha avuto una durata biennale, inserito nel concorso "Fai conoscere il tuo paesaggio", indetto dalla Fondazione Credito Valtellinese. La scelta è caduta sulla Colmen, una montagna dalla forma un po' strana, simile ad un grosso panettone che si innalza sulla sponda retica, ben visibile sia da chi proviene da Colico, sia da Sondrio. Un percorso che si è inserito nel progetto pluriennale "La scuola si apre al territorio" che ha come oggetto l'indagine ambientale dal punto di vista naturale-geografico- storico-sociale-culturale-artistico, al fine di esplorare e di scoprire l'ambiente in cui si vive, di conoscerlo e di apprezzarlo. Una pratica educativa che mette ciascuno in continua relazione con gli altri e con il territorio, suscitando interrogativi e curiosità e soprattutto il recupero del valore della memoria storica e della testimonianza orale, mettendo in scena la vita quotidiana della gente comune. Un'esperienza con la quale la scuola ha voluto dare il proprio contributo, grazie anche al prodotto finale realizzato per la riscoperta di questo angolo di territorio, per una rivalutazione ai fini della sua conservazione e  tutela e per una promozione naturalistica, geografica, antropologica e di sviluppo turistico.


Punti di forza

Il progetto si è distinto per:
- avere coinvolto più soggetti, con la creazione di una rete proficua di collaborazione, con un'ampia apertura della scuola verso il territorio
- avere rafforzato l'organicità ed unitarietà del sapere, pilastri fondamentali sui quali si costruisce gradualmente il processo di insegnamento e apprendimento
- avere avvicinato con interesse ed entusiasmo gli alunni più giovani a tematiche piuttosto complesse e spesso poco motivanti
- avere contribuito a rafforzare il rapporto scuola-famiglia
- avere proposto occasioni significative per interessare le famiglie e gli adulti in genere alla vita culturale 
- avere sottolineato la caratterizzazione culturale e didattica dell'azione edcativa e culturale della scuola
- avere realizzato un'esperienza significativa capace di promuovere una crescita umana, culturale e scolastica 
- avere individuato uno sviluppo futuro del percorso fatto, della possibilità cioè di poter utilizzare il lavoro per ulteriori percorsi di studio e di ricerca
- avere apprezzato la disponibilità ed il sostegno dimostrati da diversi enti e soggetti coinvolti
- avere ricevuto l'apprezzamento da parte delle famiglie e della comunità
- avere considerato l'esperienza per interrogarsi sulla possibilità di creare altre occasioni finalizzate alla promozione di simili momenti culturali
- avere organizzato un evento pubblico per la presentazione del lavoro svolto e il prodotto realizzato, in ambito locale e a Roma, presso la "Famiglia valtellinese"
- avere richiesto spesso momenti di programmazione, verifica e valutazione, favorendo il confronto e la problematicizzazione
- avere dato spazio alla voce della gente comune per raccontare le proprie testimonianze di vita e recuperare la memoria storica
- avere offerto l'opportunità di rappresentare il punto di riferimento per le diverse attività/progetti in atto


Criticità

Il progetto ha evidenziato i seguenti punti di debolezza:
- la complessità nel coordinare le attività didattiche in base a età e interessi diversi
- la richiesta di impegno da parte degli alunni non sempre in armonia con i risultati di quantità e qualità
- la debole considerazione nei riguardi delle finalità e potenzialità formative e didattiche del "progetto"


Prodotti realizzati

- ipertesto
- pubblicazione cartacea
- altro


Nome e Cognome

Savina Falcetti


Ruolo

insegnante funzione strumentale







Appuntamenti
CALENDARIO

Iscriviti alla Newsletter

SERVIZIO CULTURA
E ISTRUZIONE
DELLA PROVINCIA DI SONDRIO

corso XXV Aprile, 22
23100 Sondrio
t. 0342 531231
info@sistemamusealevaltellina.it

privacy | credits